Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘social’ Category

Ecco un’idea “sudata”, letteralmente: JWT Mexico ha infatti creato per Nike Running un sito di aste in cui non si fanno puntate in denaro, ma in sudore.

In pratica, correndo accumuli sudati kilometri sul tuo account Nike+: chi avrà accumulato più chilometri, otterrà il prodotto all’asta. Idea semplice, ma molto efficace, di utilizzare il “sudore” come moneta di scambio tra appassionati di sport.

Read Full Post »

Se dovete scegliere uno e un video soltanto sui Social Media da mettere nella vostra lezione / presentazione, quest’anno dovrà essere questo 🙂
Musica coinvolgente e incalzante, infografiche e grafici animati, grandi verità che arrivano come un pugno, numeri e statistiche. Tutti i killer ingredients che un video sui Social Media deve avere ci sono.
Social Media Revolution redux. Il migliore

Read Full Post »

Visto che Pinterest è (ancora?) al centro di molte attenzioni da parte di agenzie e aziende, che cercano di capire se e come usarlo a fini di marketing, penso possa essere di vostro gradimento questo breve filmato…

Read Full Post »

Giorni fa ho letto su mashable di un’operazione a cuore aperto.

Mashable è diventato improvvisamente un sito di cardiochirurgia?

No, è la cardiochirurgia (ospedale di Houston) che per la prima volta è sbarcata su un social network: twittando dal vivo direttamente dalla sala operatoria, dall’account @houstonhospital.

Trovo tutto questo estremamente interessante sia da un punto di vista pubblicitario, in quanto è sicuramente un modo per promuovere le capacità dell’ospedale e dei suoi chirurghi, sia – soprattutto – da un punto di vista antropologico e filosofico: il social networking ha ufficialmente abbattuto la frontiera del corpo.

Il corpo umano è la frontiera definitiva: la sfera dell’individuo, la sua biologia, il suo confine non solo fisico, ma anche psicologico, antropologico, esistenziale. In particolare quando si sta male, il corpo umano è il confine coatto, perché non scelto – dato che è dove ci siamo ritrovati dentro nascendo, che ci rende soli: e quindi più bisognosi di cura, sia morale sia medica. La sala operatoria, oltretutto, è il luogo supremo in cui questo limite è celebrato come un tabù: essendo incoscienti, siamo isolati pure da noi stessi.

Bene, questo confine che madre natura ci ha imposto e che caratterizza la nostra cultura, la nostra morale, e tanto altro, è ora stato violato. Questo confine è diventato informazione. Sì, sono sempre più convinto che il cyborg non sarà un ibrido di carne e di hardware (quello lo siamo già: basta avere una valvola cardiaca artificiale, o una protesi all’anca), per lo meno non solo: saremo ibridi anche di informazioni.

PS. pare che l’ospedale di Houston abbia twittato anche un’operazione al cervello

Read Full Post »

La pizza è per sua natura un alimento sociale… ma Domino la fa diventare ancora più social.
L’azienda è una di quelle che investono seriamente e strutturalmente sul digitale, e se continuano a farlo, vuol dire che ci troveranno il loro bel tornaconto 🙂
Ora in Australia hanno lanciato una operazione Facebook, di crowdsourcing o di User Generated, a seconda della buzzword che più vi piace usare.
Nella sostanza hanno chiesto alle persone di scegliere come sarà la loro nuova pizza.
Ingredienti, caratteristiche, nome.
Nulla di che… se non che si tratta di un modo semplice ed economico di portare ancora una volta l’attenzione delle persona sulla marca e le proprie attività. e chi trova il nome più bello, vince 1000 dollari (australiani). Semplice ma interessante.
Il vostro Digital Planner preferito approva.

Read Full Post »

Una cintura che, in modo facile e veloce – con un semplice (ancorché evocativo) movimento pelvico ci permette di geolocalizzarci, di dare un like, di facebook – socializzare in un punto vendita in mobilità molto mobile…
La Likebelt è un progetto Open Source e ve la potete costruire da soli seguendo le istruzioni contenute sul sito: http://likebelt.com/
Scherzi a parte, aspettiamoci nei prossimi anni un fiorire di braccialetti e altri oggettini hardware che interagiscono coi social, a partire dai cellulari con NFC o simili…
Dato che il cellulare Android con NFC io ce l’ho (Nexus S) quasi quasi me ne faccio una, tanto il saldatore lo so ancora tenere in mano… se lo faccio davvero, vi aggiorno.

Enjoy

Read Full Post »

Dopo Social Media Hell, R/GA ne ha fatta un’altra cattivella: un’app GPS per imbucarsi alle feste di matrimonio. L’app ti dice che feste di matrimonio ci sono nelle vicinanze, i nomi degli sposi, persino il dress code. A te non resta che imbucarti, e far finta di conoscerli, in puro stile Amici Miei, ma in ottica social: per cui puoi sfidare altri amici a chi si imbuca meglio, postando anche le foto a dimostrazione delle tue imprese. Oltre che di torta nuziale sa anche di fake, d’accordo. Anche se fosse in effetti un puro divertissement dei creativi di R/GA, ce ne fossero di fake così belli, realizzati oltretutto così bene. Alziamo i calici scroccati, e guardiamoci il video.

Se volete prenotare l’app, lo potete fare qui.

Read Full Post »

Older Posts »