Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cars’

(Cito dai primi super del video qua sopra:) Che le auto elettriche siano ecologiche lo sappiamo tutti. Che siano anche divertenti da usare, non lo sapevamo. Finora.

L’idea? Usare due Smart elettriche come controller per giocare un enorme partita di Pong che è in realtà un evento test drive.

BBDO Germania ha azzeccato un vero colpo di genio geek. Kudos.

Annunci

Read Full Post »

Immagine 1

Volevo scrivere un lungo e dettagliato post sull’importanza di Twitter per il mestiere che faccio. Per fortuna ci ha già pensato il Festival di Cannes, invitando a parlare Biz Stone, co-fondatore di Twitter. Leggetevi il sunto del suo intervento; è sicuramente meglio di quello che avrei potuto scrivere io.

Aspetta però: adesso io di cosa scrivo?

Magari, dell’interessante mash-up di Volkswagen: un banner (lo vedete qui sopra) che analizza le parole chiave dei tuoi tweet, per poi ti consigliarti l’auto (ovviamente Volkswagen) più adatta a te. Un servizio di microblogging che diventa un banner. Sì, merita proprio un post.

Read Full Post »

Guardatevi la demo della nuova idea in Augmented Reality per la BMW Z4.

Strabiliante, vero?  La conferma che la tecnologia oggi è in grado di emozionare, di stupire, di lasciare a bocca aperta.

Bene. Ora però chiudetela, la bocca. E chiedetevi come sia possibile arrivare a fare una cosa del genere.

Già, perchè non basta metter lì una coppia creativa – un art director e un copywriter – a pensare cose e far layout. Non si tratta di un annuncio da mettersi in portfolio o da mandare ai premi.

Qui si tratta di ripensare il modo di fare il nostro mestiere.

La pubblicità è sempre figlia dei media che utilizza. Vi siete mai chiesti come mai la coppia creativa sia composta da un art e da un copy? Pensate ai media utilizzati finora: TV, radio, e stampa. Uno scrittore/sceneggiatore e un impaginatore/grafico sono quello che occorre. E ora? 

Se la tecnologia è un nuovo media, occorre che la coppia creativa si arricchisca di nuove figure in grado di gestirle: ad esempio un interaction designer. E la cosa vale anche vice versa: pure i tecnologhi devono cercare di accoppiarsi a dei creativi. Perchè – se svincoliamo la figura di creativo al media storicamente in v0ga – il creativo resta comunque un professionista in grado di produrre idee e strategie. E di questo la tecnologia ha un disperato bisogno, per non ridursi a semplice giocattolo per adulti, che a lungo andare annoia e che non sviluppa tutto il suo potenziale.

Guardiamo il caso di BMW Z4. Il concetto è potente: express your joy.  L’auto come espressione di gioia e il “key visual” della sgommata sono una grande verità. Tutti i maschietti, fin da bambini, hanno giocato a “sgommare”. Trasformare questo piacere viscerale in un’espressione artistica è una grande idea. E una grande strategia: far giocare le persone con un modello virtuale dell’auto, per far gustare loro la gioia che proverebbero nel guidarne una. A questo punto la tecnologia diventa una questione sia creativa sia di media planning: l’accellerometro dell’iPhone/iPod touch e la realtà aumentata sono le due tecnologie scelte, con risultati creativi decisamente brillanti.

Read Full Post »