Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘movie’

Dopo Jeep Puzzle, ecco un’altra idea a dimostrare quello che si può fare con twitter.

Quando è stato lanciato il sito per il nuovo Batman di Christopher Nolan, su www.thedarkknightrises.com c’era soltanto un’immagine nera con un suono. Guardate un po’ qua sotto che cosa ha rivelato lo spettro sonoro di tale suono.

Esatto, un hashtag. Altro che le leggende urbane di far suonare al contrario i 33 giri dei Black Sabbath: qui è tutto calcolato con precisione da creativo pubblicitario. E infatti, l’hashtag,#thefirerises, quanto twittato, rivelava un pixel dell’immagine altrimenti nera: alla fine, l’immagine si è manifestata come Tom Hardy nelle vesti di Bane. Quella che vedete in testa al post. Ogni pixel era l’iconcina twitter della persona che ha twittato #thefirerises. Una specie di demo di come è andata la vedete qui.

Un’idea stuzzicante su cosa è possibile fare con un semplice hashtag: ancora una volta a dimostrazione di come le idee migliori sono sempre quelle piccole anomalie inaspettate, che ti regalano un istante di piacevole stupore.

Grazie a Valerio per la segnalazione.

Read Full Post »

E’ un tipico comportamento da film horror gridare alla vittima che si sta infilando in qualche guaio “via di lì!” oppure “non in quella stanza!”. Funziona così il patto narrativo tra spettatore e film, e quindi il piacere della visione.

Bene, da oggi potete gridare ancora di più, perchè la protagonista del film vi ascolterà.

Si tratta di Last Call, “il primo horror interattivo”. Quando acquisti il biglietto ti viene chiesto il numero di cellulare: se verrà estratto, un software di riconoscimento vocale ti farà interagire live con la vittima per aiutarla a scappare dallo psyco-killer di turno. Immersivo, non c’è che dire.

Read Full Post »