Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2010

Come congedo per la pausa estiva, godetevi il trailer di un debutto geekissimo per chi negli anni ’80 era un nerd da videogame come me: Street Fighter e Tekken si son messi assieme. Per interessi di marketing, ovviamente. Ma guardate il trattamento d’animazione e sorridete, pensando a quello che vi aspetta tornati dalle vacanze. 😉

Read Full Post »

Ok, non è geek, ma Nike Write the Future mi ha riportato a quando gli spot Nike facevano cadere la mascella a noi giovani copywriter. Bellissimo l’insight, la produzione, l’ironia puntuale della regia: un punto di vista originale sul calcio dopo tutti questi anni non è cosa facile, eh. Come ha scritto qualcuno, non essendo stata iscritta a Cannes quest’anno per motivi di data d’uscita, ipoteca già ora il grand prix del 2011.

Volete un commento geek? Ok eccolo: farà trascorrere più tempo a guardarlo di quanto dura effettivamente. A dimostrazione che intrattenere è il la declinazione al futuro del verbo comunicare.

Read Full Post »

Anche se non avesse vinto l’oro a Cannes, HBO Imagine sarebbe ugualmente nella mia playlist di best geek ideas.

Dopo la campagna Voyeur, HBO continua a espandere i confini dello storytelling: un cubo (installato a NYC, WAshington, e Philadelphia) sulle cui 4 facce vengono proiettati i 4 punti di vista sulla medesima storia. In questo modo si può vedere la storia da diverse angolazioni.

Idea e sceneggiatura multi-prospettica di BBDO NY, affidata poi alla regia di Noam Murro, che ha diretto i 2 cortometraggi x 4 angolazioni.

L’interazione online, curata da The Barbarian Group, è la trasposizione in stile mappa mentale di tale narrazione multi-prospettica, con il coinvolgimento attivo dello spettatore che, vedendo, influenza la successione delle sequenze narrative. That’s geek storytelling, folks! 😉

Read Full Post »

Bello nella sua semplicità, lo spot per la Nissan Leaf. Un insight forte, quello del ciclista: chi meglio di Lance Armstrong, quindi, per raccontarlo? (e per essere il primo ad averne una, pare).

Bello anche che sia stata la medesima agenzia a fare sia lo spot TV sia l’iAd. Quale? Naturalmente TBWA/Chiat/Day, che Jobs conosce dai tempi di 1984.

Read Full Post »

Non so se l’iAd per Nissan Leaf sia proprio il primo del suo genere, ma sicuramente è il primo che mi piace.

Ne abbiamo già scritto e parlato: iAd è IL medium del futuro prossimo. Come al solito, me ne taccio e vi lascio godere il video.

(via Autoblog Green)

PS.

considerato che in Italia ho visto solo iAd che sono dei deludenti jpeg, credo i tempi siano maturi per creare agenzie specializzate in creatività in-app. O vogliamo farci fregare budget e opportunità creative da piccole digital agencies australiane??? Dite che non ci sono creativi all’altezza? Parliamone… (colonna sonora di questo PS: Rage against the machine, Wake-up! ;-))

Read Full Post »

Ecco il video integrale della puntata di Io Reporter in cui parlo di Geek Advertising. Grazie Marco Montemagno per avermi invitato: sei il conduttore più geek della TV 😉

Read Full Post »

Godetevi il trailer del film più geek di quest’autunno. Regia di David Fincher, argomento social network, musiche di Trent *geek musician* Reznor. Non male le premesse.

Read Full Post »

…dal mercato. Alex Bogusky, uber-direttore creativo e co-founder della agenzia del decennio, si è ritirato a miglior vita. Che fosse un grande genio lo si sapeva, che fosse un geek pure, ma che fosse pure un grande essere umano mi ha stupito. In un mercato che ti porta a dare per scontato che a certi livelli la più grande qualità sia il pelo sullo stomaco, fa piacere riscontrare nel più grande di tutti tanta purezza.

Qualunque cosa farà, anche fosse l’orticoltore nel suo ranch in Colorado, sono sicuro che sarà geniale come le sue pubblicità.

Ora sono aperte le illazioni su quale sarà il futuro di un’agenzia costruita sul carisma personale del suo direttore creativo. Qualcuno ha detto deja-vu? Steve Jobs, sei stato tu?

PS.

Copywriter, leggetevi bene il suo post di commiato, e apprezzate la poesia e le citazioni veterotestamentarie ivi contenute 😉

Read Full Post »

Per un resoconto del meraviglioso frontiers of interaction rimando a La Stampa che ne ha parlato diffusamente. L’esperienza di geek advertising (e la mia, personale) è stata entusiasmante: energia, passione, e la gratificazione di toccare con mano (anche grazie alla mia inaspettata esperienza di intervistatore-giullare, come vedete nel video qua sopra) che c’è un mercato per l’innovazione. Basta non avere paura ed essere innovativi 😉

Read Full Post »